Setra a due piani S 531 DT: "Test Drive Northeast Europe"

11 marzo 2019

Versione breve: prova su strada con il Setra S 531 DT

Berlino - Tallin: 2.000 chilometri con il Setra a due piani S 531 DT
Il Setra S 531 DT è la nuova ammiraglia degli autobus da turismo Setra, il marchio di eccellenza della Daimler Buses. Per dare la possibilità alla stampa specializzata degli autobus di testare ogni aspetto di questo nuovo autobus a due piani nella versione turistica, dall'11 al 16 marzo 2019 si è tenuto il "Test Drive Northeast Europe". Per cinque giorni i giornalisti hanno potuto sedere al volante scoprendo il comfort di marcia offerto dal Setra S 531 DT nel percorso da Berlino a Tallin.

Per la prima volta con Sideguard Assist e Active Brake Assist 4
Con i suoi sistemi di assistenza alla guida il Setra S 531 DT fissa nuovi parametri di riferimento: l'autobus a due piani è dotato a richiesta del sistema di assistenza alla svolta Sideguard Assist mentre il sistema di assistenza alla frenata di emergenza Active Brake Assist 4 con riconoscimento dei pedoni è compreso nella dotazione di serie – un enorme passo in avanti nella protezione degli utenti della strada più deboli. Di serie sono disponibili i nuovi fari principali a LED e l'impianto antincendio nel vano motore.

Riduzione del consumo di carburante grazie all'ottimizzazione dell'aerodinamica
Con un coefficente di resistenza aerodinamica di cw = 0,35 il Setra S 531 DT ottiene il risultato migliore del proprio segmento. Questo risultato è stato conseguito grazie a un insieme di interventi finalizzati a ottimizzare il comportamento aerodinamico. La silenziosità e il ridotto livello dei consumi sono stati ottenuti dal nuovo autobus a due piani anche grazie alla perfetta configurazione della catena cinematica. Il cui cuore è costituito dal potente motore OM 471 da 12,8 litri in grado di erogare una potenza di 375 kW (510 CV).

L'eccellenza del design: soluzioni originali per gli esterni e per gli interni
Tra i modelli TopClass 500, gli esterni del nuovo S 531 DT si caratterizzano per le originali soluzioni: tra queste, i due parabrezza che si combinano formando una superficie pressoché ininterrotta e "La Linea", il listello in alluminio tipico del marchio che è stato sottoposto a rivisitazione. E anche per gli interni, ogni soluzione è stata realizzata per testimoniare il "Sign of Excellence", come indica il claim del marchio Setra. Anche i colori grigio Evo scuro, rosso carbonio e nero Composition del veicolo di prova sottolineano il pregio del veicolo.

Comfort ai massimi livelli: equipaggiamenti pregiati, configurazione variabile
Tutti i materiali utilizzati, i colori e la configurazione degli spazi sono stati realizzati per offrire ai passeggeri del nuovo S 531 DT, in ogni momento del viaggio, il massimo di armonia e comfort. A iniziare dalle nuova configurazione degli accessi al piano superiore e dai sedili "Setra Voyage Plus" fino al nuovo design adottato per la parte anteriore del piano superiore. Nuovi sono anche la zona lavabo e il sistema di profumazione. Le aziende di trasporto potranno inoltre trarre vantaggio dalla versatilità di questo autobus a due piani. Il piano inferiore può essere equipaggiato sia per i percorsi lunghi, tipici degli autobus da turismo, che come autobus di linea, utilizzati per le più brevi percorrenze extra-urbane.

Versione lunga: sicuro, efficiente ed equipaggiato al meglio – il nuovo autobus a due piani Setra S 531 DT durante la prova di strada nel Nordest europeo

• I giornalisti provano il nuovo Setra S 531 DT nel tracciato da Berlino a Tallin
• Maggiore sicurezza per gli utenti del traffico più soggetti a rischi: Sideguard Assist e Active Brake Assist 4
• Massima efficienza: aerodinamica ottimizzata e catena cinematica perfettamente configurata riducono il consumo di carburante
• Versatilità estrema: viaggi turistici, trasporti di linea o sulle tratte extraurbane – il nuovo autobus a due piani è in grado di soddisfare ogni esigenza
• Comfort per i passeggeri: sedili di pregio, interni dai colori chiari, comodità di accesso al livello superiore, lavabo moderni, innovativo sistema di profumazione
• Design moderno e originale ispirato al claim del marchio Setra: "Sign for Excellence"

Il nuovo Setra S 531 DT della serie TopClas 500 è l'ammiraglia degli autobus da turismo Setra. Con i suoi quattordici metri di lunghezza e quattro metri di altezza, questo autobus a due piani con peso totale a terra di 26 tonnellate combina sicurezza e comfort, efficienza e versatilità. Per il "Test Drive Northeast Europe" tenutosi dal 19 al 23 marzo del 2019 è stata predisposta una versione in colore rosso cosmo metallizzato dotata di equipaggiamento completo. Alcuni giornalisti selezionati hanno avuto la possibilità di testare l'autobus presentato al pubblico in occasione della IAA 2018 nel corso di un viaggio della durata di cinque giorni, coprendo la distanza di circa 2.000 chilometri che separa Berlino da Tallin.

I driver, all'incirca due decine, hanno potuto testare la pregiata postazione di guida TopClass del modello S 531 DT che è stata ridisegnata ottimizzandone l'ergonomia. Gli altri partecipanti hanno invece potuto rilassarsi apprezzando i comodi sedili "Setra Voyage Plus" e la ragguardevole distanza che separa un sedile e dall'altro. Nella raffinata lounge dell'autobus a due piani, inoltre, i partecipanti hanno inoltre avuto la possibilità di scambiare le proprie impressioni.

L'S 531 DT utilizzato per la prova su strada è in grado di ospitare 78 passeggeri. Per ottenere impressioni di marcia realistiche ed effettuare il rilevamento dei consumi in ordine di marcia, sul veicolo di prova sono stati montati dei serbatoi riforniti completamente e utilizzati come zavorra.

Debutto internazionale negli autobus: durante le manovre di svolta e di cambio di corsia il nuovo Sideguard Assist segnala possibili rischi di incidente

La svolta a destra nel traffico urbano rappresenta una delle manovre più impegnative per i conducenti di autobus: l'autista, infatti, deve tenere sotto controllo la zona anteriore osservando i semafori, la segnaletica ed i veicoli che procedono in senso opposto o trasversale e contemporaneamente devono prestare attenzione ai lati, verificando la presenza di pedoni e ciclisti. Inoltre occorre considerare che le condizioni del traffico possono mutare in pochi istanti. Per questa ragione sul nuovo S 531 DT Setra propone il sistema di assistenza alla svolta Sideguard Assist con riconoscimento dei pedoni. Il sistema è in grado di riconoscere sia gli oggetti fermi, come semafori, segnali stradali e paracarri disposti a destra dell'autobus, che oggetti e persone in movimento ad esempio i pedoni, i ciclisti e gli altri veicoli: un grande progresso in direzione di una maggiore sicurezza degli utenti della strada più esposti ai rischi.

L'intervento del Sideguard Assist prevede più stadi: se nella zona laterale di monitoraggio viene rilevato un oggetto fermo o in movimento, il conducente viene informato visivamente. In questo caso nel retrovisore esterno sul lato passeggero anteriore si accende una spia a LED a forma di triangolo. Se i sensori riconoscono un pericolo di impatto, la spia a LED lampeggia più volte in rosso aumentando l'intensità luminosa e dopo due secondi rimane accesa. In questo caso il sistema prevede anche l'attivazione di una segnalazione tattile che fa vibrare il sedile dell'autista.

In caso di svolta, il Sideguard Assist segnala al conducente eventuali situazioni di pericolo presenti nella zona di ingombro fino ad una velocità di 36 km/h. Inoltre, nella fascia di velocità superiore a 36 km/h, il sistema fornisce assistenza anche in caso di passaggio alla corsia destra. In tali situazioni il conducente viene avvisato anche in caso di oggetti presenti sul lato passeggero. La servoassistenza interviene sia in caso di attivazione degli indicatori di direzione che ruotando lo sterzo verso destra. In questo modo il Sideguard Assist può supportare le manovre di cambio di corsia, ad esempio in caso di sorpasso di ciclisti su tratti extraurbani, o nelle strade a più corsie.

Componenti essenziali del Sideguard Assist sono i due sensori radar a corto raggio collocati nel passaruota dell'asse anteriore sul lato passeggero. La zona di monitoraggio laterale ha un'ampiezza di 3,75 metri. Il sistema è realizzato in modo da coprire l'intera lunghezza dell'autobus più una sezione supplementare anteriore e posteriore di due metri. In caso di velocità superiore a 36 km/h, il monitoraggio della sezione anteriore viene esteso fino a cinque metri mentre la sezione di monitoraggio posteriore raggiunge i quindici metri. Importante: in tutti i casi in cui il Sideguard Assist attiva la segnalazione, il conducente rimane pienamente responsabile del comportamento del veicolo.

L'Active Brake Assist 4 installato sull'S 531 DT è ora dotato di funzione di riconoscimento dei pedoni e si avvale di un sistema radar perfezionato

Gli autobus da turismo dotati di sistema di assistenza alla frenata di emergenza non soltanto possono ridurre le conseguenze di un impatto di rilevante entità ma in molte situazioni sono addirittura in grado di evitare la collisione, ovviamente nei limiti imposti dalle leggi fisiche. In caso di avvicinamento a ostacoli mobili o fermi, l'Advanced Emergency Braking System (AEBS), attualmente prescritto dalle normative per gli autobus di classe III, deve garantire una notevole riduzione della velocità. Il nuovo Active Brake Assist 4 supera ampiamente tali requisiti. L'S 531 DT è dotato di serie del sistema di assistenza alla frenata di emergenza.

Una nuova, straordinaria caratteristica dell'Active Brake Assist 4 è la funzione di riconoscimento dei pedoni: il sistema avvisa il conducente in caso di pericolo di collisione con pedoni in movimento avviando inoltre automaticamente una frenata parziale. Questo consente al conducente di evitare la collisione effettuando una frenata a fondo oppure sterzando il veicolo. Diversamente dalla frenata avviata in caso di ostacoli fermi e in movimento, quando il sistema interviene in presenza di pedoni in movimento la segnalazione fornita al conducente e la frenata parziale non si attivano in successione: l'avvertimento acustico e visivo e la frenata parziale vengono infatti attivati contemporaneamente. La funzione di riconoscimento dei pedoni dell'Active Brake Assist 4 attiva automaticamente la segnalazione e la frenata nella fascia di velocità inferiore a 50 km/h.

Come nella versione precedente, anche il nuovo Active Brake Assist 4 supporta in guidatore nelle situazioni a rischio di tamponamento adottando un sistema a tre stadi: se nel tratto di strada antistante il sistema riconosce la presenza di un veicolo fermo o che avanza a una velocità inferiore, viene attivata inizialmente una segnalazione acustica e visiva. In caso di reazione inadeguata da parte del conducente, nella seconda fase il sistema effettua una frenata parziale utilizzando all'incirca il 50 percento della massima potenza frenante. Se nonostante questo intervento sussiste il rischio di collisione, il sistema effettua automaticamente una frenata a fondo, che in caso di necessità può protrarsi fino all'arresto dell'autobus, sempre che questo sia possibile nei limiti del sistema. In questo caso vengono inoltre attivati i lampeggiatori di emergenza.

L'Active Brake Assist 4 utilizza una nuova generazione di radar. Si tratta dei cosiddetti "Multi Mode Radar" a scansione elettronica: un sistema che per raggio d'azione e prestazioni risulta nettamente migliorato rispetto alla versione precedente e che si è attualmente affermato anche sulle autovetture e sugli autocarri attualmente prodotti dalla Mercedes-Benz – un esempio della fruttuosa collaborazione all'interno del Gruppo.

I sistemi radar hanno il vantaggio di operare indipendentemente dalle condizioni di luminosità e senza subire gli influssi delle condizioni atmosferiche. Il sistema radar dell'Active Brake Assist 4 rileva la distanza dal veicolo che precede e la velocità relativa in modo estremamente preciso. Il radar a lungo raggio del sistema di assistenza alla frenata di emergenza opera ora per la prima volta indipendentemente dal livello di marcia impostato e può modificarsi in permanenza in base all'inclinazione del veicolo che è soggetto a variazioni in funzione delle condizioni di assetto e di carico. Il sistema è in grado di rilevare i veicoli e gli ostacoli che si trovano in linea retta fino a 250 metri di distanza dall'autobus. I pedoni vengono rilevati fino a 80 metri mentre la distanza per ciclisti e conducenti di motorini arriva fino a 160 metri.

Il radar a corto raggio ha un raggio d'azione di 70 metri e grazie all'ampiezza dell'angolo di apertura, pari a 120 gradi, è in grado di rilevare anche la presenza di veicoli e pedoni in movimento che si trovano a lato nella zona antistante il veicolo. Il raggio d'azione dipende tuttavia dalla topografia, dal tracciato stradale, dalle condizioni atmosferiche e da altri fattori ambientali, quali la velocità di movimento dei pedoni nel traffico o la copertura dei pedoni dovuta alla presenza di oggetti.

Nonostante queste caratteristiche, la decisione relativa a ogni azione e la responsabilità per la condotta del veicolo spettano sempre al conducente dell'autobus. In caso di necessità egli ha sempre la possibilità di bypassarlo, ad esempio sterzando, accelerando a fondo o eseguendo una frenata di emergenza. Se tuttavia il conducente non frena in modo sufficiente, l'intensità di frenata dell'Active Brake Assist 4 ha la priorità.

Una sicurezza ancora maggiore con i fari a LED di serie e l'impianto antincendio – prova dinamica del pendolo facoltativa superata

Oltre all'Active Brake Assist 4 e al Sideguard Assist, che nel settore degli autobus sono proposti in tutto il mondo solo dalla Daimler Buses, l'S 531 DT dispone di numerosi sistemi di assistenza supplementari di comprovata efficacia, come l'Electronic Stability Program (ESP), il TEMPOMAT con regolazione della distanza, il sistema antisbandamento, l'Attention Assist ed il controllo della pressione pneumatici. Nuovi, invece, sono i fari principali a LED di serie: rispetto alle tradizionali lampade alogene la luminosità è notevolmente maggiore, consentendo così di illuminare la carreggiata in modo ancora migliore. La luce dei nuovi LED è simile alla luce diurna e riduce l'affaticamento degli occhi. La longevità e l'intensità luminosa pressoché costante per l'intera durata utile sono elementi che contribuiscono ad aumentare ulteriormente la sicurezza.

Anche l'impianto anticendio automatico nel vano motore, certificato TÜV, fa già parte della dotazione di serie del nuovo S 531 DT pur risultando obbligatorio per legge per gli autobus da turismo solo a partire dal giugno 2019. Il sistema utilizza cavi di rilevazione che in caso di perdita di pressione dovuta al forte surriscaldamento attivano l'estinzione. Il liquido estinguente viene alimentato dagli ugelli del sistema di distribuzione e spruzzato in forma di aerosol ad alta pressione nel vano motore. Il liquido elimina l'ossigeno in pochi istanti sottraendo alla fiamma l'agente propagatore. Contemporaneamente l'impianto provvede a raffreddare la superficie dei componenti impedendo il reinnesco della fiamma. La tubazione dell'estinguente si estende all'intero vano motore. I singoli ugelli sono orientati in modo mirato sui componenti che raggiungono temperature elevate, ad esempio il turbocompressore, il modulo del filtro dell'olio e il riscaldatore supplementare.

In Setra l'attenzione è focalizzata particolarmente sulla possibilità di evitare incidenti grazie all'utilizzo di sistemi di sicurezza come l'Active Brake Assist 4 e il Sideguard Assist. Se tuttavia si verifica un incidente, per il conducente e per i passeggeri sono disponibili sistemi in grado di assicurare la massima sicurezza passiva. L'S 531 DT dispone infatti di dell'ossatura provvista di particolari rinforzi già adottata sul modello precedente ed è pertanto in grado di superare il test facoltativo del pendolo previsto dalla norma ECE-R-29. Inoltre, per tutti i propri autobus Setra mette a disposizione delle squadre di pronto intervento le schede di soccorso online.

Massima efficienza: aerodinamica ottimizzata e catena cinematica perfettamente configurata consentono di ridurre il consumo di carburante fino al dieci percento

Rispetto al precedente modello, il nuovo S 531 DT consente di ottenere una riduzione del consumo di carburante di circa il sette - dieci percento a seconda delle condizioni di impiego. Una ragione fondamentale che spiega questo risultato è la sistematica ottimizzazione delle caratteristiche aerodinamiche. Sul lato anteriore dell'autobus a due piani la sensibile curvatura dei parabrezza e l'ampia superficie dei bordi riducono favorevolmente il carico aerodinamico riducendo le turbolenze mentre nella parte posteriore le rientranze e gli spoiler orientano in modo mirato le spinte fluidodinamiche. In fatto di aerodinamica gli interventi di miglioramento dei progettisti si sono spinti fino al più piccolo dettaglio: Nel tergicristallo del piano superiore, ad esempio, la posizione di riposo è verticale – riprendendo una soluzione in uso negli sport motoristici. Grazie alle misure adottate è stato possibile ottenere una coefficiente cw di resistenza areodinamica pari a 0,35 – il valore migliore nel segmento degli autobus a due piani.

Il ridotto consumo di carburante del nuovo S 531 DT è ottenuto grazie alla parsimoniosità del motore OM 471 da 12,8 litri di serie. Con la sua potenza di 375 kW (510 CV), il gruppo propulsore, combinato con il sistema di post-trattamento dei gas di scarico Euro VI, notoriamente parsimonioso ed ecologico, consente a questo autobus a due piani una marcia brillante e silenziosa e rappresenta una soluzione in grado di soddisfare i requisiti del futuro. La coppia massima di 2.500 Nm è disponibile già ad un regime di 1.100 giri/min. Il cambio manuale GO 250-8 completamente automatizzato assicura un elevato comfort di guida mentre la precisione della selezione delle marce ed i ridotti tempi di innesto contribuiscono a contenere i consumi.

Versatilità per i più svariati tipi di impiego: il nuovo Setra è un autobus in grado di affrontare qualsiasi tipologia di impiego lasciando spazio alla personalizzazione

Viaggi turistici, trasporti di linea, autobus con servizio bistrot, linee extraurbane – Il Setra TopClass S 531 DT riesce a svolgere ogni tipologia di impiego prevista per gli autobus di questo segmento. Tipiche del marchio Setra sono le numerose possibilità di configurare i sedili dell'autobus a due piani in base alle esigenze dei clienti e di personalizzare anche gli altri equipaggiamenti. Anche per il piano inferiore la versatilità svolge un ruolo importante: grazie ad una struttura completamente nuova, il podeste collocato sul lato destro nella direzione di marcia può essere eliminato su richiesta. Questa possibilità consente di aumentare ulteriormente la versatilità: è infatti possibile ottenere dei posti per le sedie a rotelle oppure sistemare gli arredi per gli autobus con servizio bistrot. Per l'impiego sulle linee extraurbane, è possibile montare un podeste rimovibile con posto per passeggini. Mentre se il veicolo viene utilizzato per i viaggi turistici, al suo posto vengono installati i classici sedili.

La versatilità delle soluzioni dell'S 531 DT si rinnova anche nella postazione di guida: i clienti possono scegliere tra la plancia elegante e funzionale del Setra ComfortClass 500 e la raffinata plancia della TopClass 500. E ovviamente anche per l'accompagnatore è disponibile un confortevole sedile.

Interni pregiati e comodi: cromatismi luminosi, accessi comodi al piano superiore, moderna concezione dei lavabo e innovativo sistema di profumazione

Grazie all'elevata luminosità e alle moderne soluzioni di configurazione, gli interni di colore chiaro del nuovo Setra TopClass S 531 DT suscitano una sensazione di straordinaria spaziosità. L'attenzione viene attirata dalle soluzioni di accesso al piano superiore: mentre la parte esterna è vetrata, i rivestimenti interni sono realizzati utilizzando un materiale sintetico acrilico trasparente. I gradini con alzate uniformi bicolori e illuminazione personalizzabile, i podeste e i mancorrenti continui offrono la sicurezza necessaria per salire e scendere. Altro particolare completamente ridisegnato è la sezione anteriore del piano superiore.

Nell'S 531 DT i passeggeri possono accomodarsi sui comodi sedili "Setra Voyage Plus" rivestiti con tessuto Trail di colore grigio Evo scuro, mentre il lato posteriore e le imbottiture laterali sono realizzate in rosso carbonio. I sedili sono dotati di poggiatesta Comfort regolabili in altezza in nero Composition. Un ulteriore accento cromatico adottato sull'autobus utilizzato nella prova su strada è il rosso Vincent-Prestige degli elementi di design.

L'impianto di profumazione a richiesta crea una sensazione di piacevole benessere a bordo del nuovo autobus a due piani Setra: inserendo l'accensione e aprendo la porta anteriore oppure tenendo aperta la porta, il generatore di profumo eroga automaticamente una profumazione discreta e delicata. Le profumazioni disponibili sono sei, dalla fresca fragranza sportiva ad un motivo che accentuata i tratti del cuoio. I componenti principali dell'impianto sono ripresi dal modello Mercedes-Benz Classe S.

Un Coach MediaRouter consente ai passeggeri di collegare in qualsiasi momento i propri dispositivi a Internet tramite WLAN. E con la cucina di bordo dell'S 531 DT è possibile preparare ottime prelibatezze per i passeggeri. Completamente ridisegnata appare la zona lavabo che ora è del tutto priva di barriere: Gli arredi sono disposti diagonalmente, riducendo così notevolmente gli ingombri. Il mobilio di colore bianco lucido e l'accogliente illuminazione a LED riprendono gli stilemi di un bagno moderno.

Un design degli esterni all'insegna dell'originalità: le linee nette sono espressione del "Sign of Excellence" e assicurano una aerodinamicità ottimale

L'immagine del nuovo autobus a due piani S 531 DT è al tempo stesso moderna e originale. Il "volto", con la mascherina anteriore di colore scuro e la scritta del marchio argentata riprende indiscutibilmente la tradizione dell'affermata serie TopClass 500. Una novità di questo autobus a due piani è rappresentata dai parabrezza che formano una superficie pressoché omogenea, separati soltanto da una discreta striscia in alluminio. Anche il tergicristallo del piano superiore disposto verticalmente è un'innovazione che non è soltanto espressione di bellezza estetica ma contribuisce anche a migliorare l'aerodinamica.

"La Linea", il listello in alluminio sulla fiancata tipico del marchio, è stato reinterpretato dai designer e adesso si sviluppa orizzontalmente lungo il bordo del tetto. L'ampia vetratura all'altezza della scala posteriore, contraddistinta da una cornice in alluminio, disegna un motivo che collega la sezione superiore a quella inferiore conferendo all'autobus un'impronta dinamica. L'inserto in lamiera del piano superiore appare come un'isola che spicca sulla vetratura. Nella parte inferiore, sopra il passaruota anteriore, la linea di cintura del piano inferiore viene interrotta dalla mascherina del logo in alluminio.

La coda è racchiusa dagli elementi laterali provvisti di spoiler e ospita i gruppi ottici posteriori della serie 500. Le due griglie di ventilazione del motore nel Setra TopClass S 531 DT per la prima volta sono collegate tra loro. Al di sopra di esse, l'attenzione è richiamata dalla griglia nera del climatizzatore integrato TopAir. Al di sotto del cristallo posteriore, il logo cromato con la scritta del marchio ripreso dalla TopClass 500 richiama l'attenzione – un ultimo tocco che si combina alla perfezione con l'eccellenza di questo autobus.

"Test Drive Northeast Europe" – Il tracciato

• Al volante o come passeggeri – i giornalisti vivono l'esperienza di viaggiare a bordo del nuovo Setra a due piani S 531 DT
• Prova su strada di cinque giorni, 2.000 chilometri da Berlino a Tallin, compresa la "Saftey Demo" a Varsavia al cospetto di alcuni rappresentanti politici


Cinque giorni, circa 2.000 chilometri – Il "Test Drive Northeast Europe" con il nuovo S 531 DT. Dalla Germania all'Estonia, attraversando Polonia, Lituania e Lettonia: la prova su strada internazionale consente a circa un paio di decine di giornalisti di provare un'esperienza di guida esclusiva che li porterà ad attraversare quattro confini e a scoprire la nuova dimensione del comfort degli autobus da turismo.

La prova ha avuto inizio il 12 marzo 2019 a Berlino: un passaggio davanti alla Colonna della vittoria e alla Porta di Brandeburgo per proseguire verso Est. La prima tappa è Varsavia. Nei 571 chilometri da percorrere per raggiungere la capitale polacca, i driver hanno sin dal primo giorno la possibilità di conoscere il nuovo autobus a due piani Setra alternandosi al volante. Giunti a Varsavia, nel corso del secondo giorno i nuovi sistemi di assistenza alla guida Active Brake Assist 4 e Sideguard Assist vengono presentati alla fiera "Warsaw Bus" effettuando una dimostrazione.

Se il primo giorno l'ago della bussola non si spostava mantenendo la latitudine impostata, dopo Varsavia il suo orientamento cambia. Nel terzo giorno della prova su strada, infatti, la destinazione è Vilnius, capitale della Lituania. Nei 582 chilometri da percorrere gli altri driver hanno tutto il tempo necessario per conoscere l'autobus da turismo guidando o stando seduti come passeggeri.

Nel quarto giorno si prosegue verso Nord fino a Riga, la tappa successiva, che viene raggiunta dopo 472 chilometri. La capitale della Lettonia si trova sulla foce della Duna, sul Mar Baltico, ed offre straordinari spunti fotografici. Nell'ultimo giorno della prova su strada il programma prevede un percorso di altri 312 chilometri, buona parte dei quali lungo la costa del Mar Baltico. La destinazione è Tallin, capitale dell'Estonia e punto conclusivo del "Test Drive Northeast Europe".

L'emergente mercato degli autobus da turismo dell'Europa dell'Est

• Stati UE dell'Europa dell'Est: crescita superiore al 60 percento dal 2008, Daimler Buses leader di mercato con una quota di oltre il 35 percento
• L'autobus da turismo come mezzo di trasporto conveniente, comodo ed ecologico diventa sempre più interessante

Autobus da turismo a noleggio o autobus di linea per i trasporti a lungo raggio – la Polonia e gli stati baltici sono destinati a diventare mercati sempre più importanti per gli autobus da turismo. Complessivamente per il segmento degli autobus da turismo l'importanza dell'Europa dell'Est nello scorso decennio è aumentata costantemente: soltanto negli Stati dell'Europa dell'Est appartenenti all'UE lo scorso anno i costruttori hanno venduto circa 1.400 autobus da turismo. vale a dire oltre il 60 percento in più di dieci anni prima. Dal 2017 al 2018 il mercato è aumentato di oltre l'11 percento. Con una quota di oltre il 35 percento, nei mercati UE dell'Europa dell'Est la Daimler Buses – rappresentata qui dai suoi marchi Setra e Mercedes-Benz – è di gran lunga leader di mercato.

Viaggiare in autobus è di tendenza – in particolare in Europa dell'Est ma certamente non solo lì, come mostrano i successi delle aziende che effettuano i trasporti di linea in Europa occidentale e nel mercato tedesco, liberalizzato a partire dal 2013. La forte crescita verificatasi nell'Europa dell'Est ha numerose ragioni: per i passeggeri l'autobus è un mezzo di trasporto tradizionalmente comodo, sicuro e conveniente. Numerose città di dimensione medio-grande non collegate o collegate in modo inadeguato dalla ferrovia dispongono attualmente di collegamenti autobus diretti con le più importanti metropoli europee. E anche tra loro, le metropoli sono spesso collegate più volte al giorno dalle linee di autobus. Infine, nell'Europa dell'Est è l'intero mercato degli autobus a crescere.

Inoltre l'autobus da turismo segna punti a proprio favore anche dal punto di vista della politica ambientale: l'Ufficio federale tedesco per l'ambiente ha certificato che le emissioni medie dei gas responsabili dell'effetto serra in questa tipologia di trasporto risultano di soli 30 grammi di CO2 per passeggero/chilometro. Nel trasporto ferroviario a lungo raggio, invece, lo stesso studio ha evidenziato emissioni pari a 45 grammi di CO2 per passeggero/chilometro.

La sicurezza per Setra: una lunga storia

• Setra, il marchio di eccellenza della Daimler Buses, dal 1955 è leader nelle soluzioni per la sicurezza
• Setra S 531 DT con Active Brake Assist 4 ed il nuovo Sideguard Assist

TEMPOMAT con regolazione della distanza, Active Brake Assist 4, sistema di assistenza in fase di spunto, sistema antibloccaggio, regolazione antislittamento, Attention Assist, Brake Assist, limitatore del freno continuo, freno di fermata con blocco partenza a porte aperte, Electronic Stability Program, sensore luce-pioggia, Sideguard Assist e altro ancora – il nuovo Setra a due piani S 531 DT dispone di serie o a richiesta di tutti gli attuali sistemi di assistenza e di sicurezza.

La sicurezza in Setra è tradizione: nel 1955 il marchio è stato tra i primi ad adottare le sospensioni a ruote indipendenti sugli autobus. Nel 1964 Setra è stato il primo costruttore a introdurre il retarder come freno supplementare esente da usura. Pochi anni dopo hanno fatto la loro comparsa i freni a disco. Sin dal 1981, su richiesta, Setra ha equipaggiato tutti i propri autobus con il sistema antibloccaggio. Dal 1984 Setra è stato il primo marchio europeo ad introdurre questo equipaggiamento nella dotazione di serie.

L'introduzione di serie dei fari allo xeno è avvenuta nel 2001, nell'allora nuova TopClass 400. In seguito si sono aggiunti in rapida sequenza l'Electronic Stability program, il TEMPOMAT con regolazione della distanza, il limitatore del freno continuo, il sistema antisbandamento e il Front Collision Guard. Molte di queste tecnologie derivano dalla "concezione modulare adottata dal Gruppo" e sono state espressamente rielaborate per essere impiegate sui veicoli Setra. Alla fine del 2015 Setra 2015 ha introdotto a richiesta i fari a LED integrati.

Tra gli eccezionali sistemi di assistenza alla guida nel settore degli autobus troviamo l'Active Brake Assist, il sistema di assistenza per la frenata di emergenza. Nella sua forma originaria è stato introdotto già dieci anni or sono nella TopClass 400 e da allora è stato costantemente perfezionato. Nella sua versione attuale, l'Active Brake Assist 4, il sistema è anche in grado di riconoscere la presenza di persone. Un altro passo in avanti, questa volta a protezione degli utenti del traffico più esposti a rischi, come i pedoni e i ciclisti, è rappresentato dal Sideguard Assist.